Tu riesci ad immaginare un mondo senza David Bowie?

sonobravoaprocrastinare

Tu ci riesci ad immaginare un mondo senza David Bowie?

Lascia perdere tutti i links, gli articoli, i tribute che si stanno accalcando dietro al tuo schermo.

Lascia stare quindi persino questo articolo.

Ci riesci?

E se riesci, in che veste lo identifichi in questo momento?

È, banalmente, Ziggy che scappa via da dall’Hammersmith Odeon il tre luglio 1973 dopo Rock and Roll Suicide?

È il suo alterego americano, Aladdin Sane?

È Halloween Jack che ulula in Diamond Dogs?

È la statuaria foto nel periodo Thin White Duke?

È lo…

È…

È.

Io credo che l’essenza di David non sia su un palco, ho sempre pensato che Bowie sia stato (e continui ad essere) come sfogliare, leggere e sottolineare un libro sonoro. Ognuno, nel proprio intimo, ha un’idea del Duca diverso da chi gli sta accanto. A prescindere dal fatto che la persona in questione abbia a casa i ventotto…

View original post 888 altre parole