Ender’s Game: la Recensione

a cura di Etto Basciano

Immagine

Premessa: questa recensione non doveva essere di Ender’s Game, ma di un’altro film chiamato The Fifth Estate (in Italia rinominato come Wikileaks – Il Quinto Potere).

Cos’è successo?

Quello che è successo è semplice: nel mio paesino di trogloditi il cinema nostrano ha deciso di togliere alcuni film (di cui il film di cui dicevo sopra) per dare più sale e spazio al nuovo film di Checco Zalone.

Si.

Sono serio.

Ergo: ritrovandomi fregato e rifiutandomi di andare a vedere il film di “quello lì” ho deciso di vedere quello che mi sembrava il più meritevole: Ender’s Game (c’era anche Captain Phillips con Tom Hanks di cui mi hanno parlato bene, ma sarà per un’altra volta).

E qui sorge un’altro problema:

Che Ender’s Game lo hanno messo nella sala 8 (qualsiasi cinefilo del mio paese appena sente parlare della sala 8 scoppia a piangere), una sala che alla sua costruzione venne lanciata come un grande evento per poi rivelarsi…

…un cubo di un metro per un metro e un cazzo.

Più o meno.

Con lo schermo del cinema quasi dimezzato rispetto a quelli delle altre sale.

Poltrone scomode.

E non c’è l’appoggio per i pop-corn.

per vedere il film in quell’insulto di sala non ci dimezzano neanche il prezzo del biglietto, devo aggiungere.

Se facessi un minicinema nella mia stanza sarebbe più comoda ed accogliente per dire.

ImmagineLa colpa è solo tua. So dove abiti, preoccupati….

Insomma, e finalmente arriviamo a ‘sto benedetto film, che nonostante tutto, senza essere nulla di eccezionale, è davvero un bel film.

Certo, non ho letto il libro da cui è tratto (che da quello che so è favoloso), ma devo dire che questo film mi ha fatto venire la voglia di farlo.

Immagine

Attenzione la recensione potrebbe contenere SPOILER

In un futuro non molto lontano, la Terra viene attaccata da un’ostile razza aliena, che sarebbe arrivata a conquistare l’intero pianeta, se l’impeto non fosse stato sventato dall’eroico Comandante della Flotta Internazionale, Mazer Rackham. Nell’attesa della rivalsa nemica, spetta allo stimatissimo Colonnello Graff rinforzare i presidi, reclutando i migliori ragazzi in tutto il pianeta per designare il prossimo Mazer. Uno in particolare, Ender Wiggin, viene notato per le sue brillanti qualità e convinto ad entrare nella Scuola di Guerra di Graff; lì verrà messo alla prova con i “giochi”, ovvero delle avanzate simulazioni di guerra in cui niente è ciò che sembra…

Immagine

Ender’s Game è un film che si potrebbe definire “ok

La sceneggiatura è davvero ben scritta, gli effetti speciali sono magistrali, gli attori fanno il loro lavoro e la regia, nonostante non sia eccezionale ha fatto davvero un buon lavoro.

Tra parentesi il finale è favoloso (questo comunque fa parte del libro, ma nel film viene reso benissimo) e i dilemmi psicologici del protagonista (prima e dopo il fantastico finale) valgono appieno il prezzo del biglietto.

Personalmente poi non ho trovato nulla su cui puntare il dito, l’ho trovato davvero un film godibile e coinvolgente.

Quindi, se questo film va bene, spero ci siano dei sequel (il romanzo Ender’s Game fa pate di una trilogia seguita da Speaker for the Dead e Xenocide).

Guardatelo, ne vale la pena, al posto del film con “quello lì”

Voto: 7,5

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...